Ti sarà inviata una password tramite email.


Tutti noi siamo cresciuti in compagnia di qualche mascotte. Simpatici pupazzi quasi sempre con le sembianze di un qualche animale che facevano da protagonisti nelle pubblicità e che si potevano anche incontrare per una foto ricordo.

Indimenticabili per la storia della pubblicità italiana sono la mascotte Calimero (1963) del detersivo Ava oppure Caballero e Carmencita (1965) di Lavazza. Entrambi avevano esordito con il Carosello, il programma televisivo che alternava filmati e sketch comici agli spot pubblicitari del momento.

Forse però non tutti sanno quando e come è nata la mascotte. Questo termine è diventato popolare grazie ad una operetta del 1880 scritta da Edmond Audran. L’operetta si intitolava proprio La Mascotte e raccontava la storia di Bettina, una contadinella che portava fortuna a chi la prendeva al suo servizio.

L’operetta ebbe molto successo e dal quel momento il termine mascotte iniziò a rappresentare un qualcosa che porta fortuna. Ecco perché anche le squadre sportive ne hanno spesso una: perché li aiuta a vincere!

Gli amanti del calcio non possono non ricordarsi di Ciao, l’omino dei mondiali del 1990 con i colori dell’Italia. Mamme e nonne sono cresciute con Pippo, della Lines e Mastrolindo. E Susanna Tuttapanna? Quanto faceva sembrare più buoni quei formaggini. E poi c’erano la Mucca Lilla della Milka, Coccolino, Mr. Chuck per Chupa Chups, Miss Chiquita.

Le mascotte famose sono davvero tante. Eccone altre 7 che ricorderete con un sorriso…

Le mascotte degli snack americani più diffusi al mondo: Red e Yellow di M&M’s

mascotte M&M's Red e Yellow

Dal 1941 La Mars & Murrie Ltd, da cui le iniziali M&M, ha sostenuto le sue dolci palline colorate con delle geniali trovate di comunicazione. I colori diversi dei cioccolatini sono sempre stati un tratto distintivo di questo dolce.

L’azienda infatti negli anni ha giocato continuamente con i colori e ci sono tanti aneddoti simpatici a riguardo. Uno fra tutti: per un San Valentino era uscita un’ edizione contenente soli confetti verdi, perché in quel periodo una leggenda metropolitana narrava che gli M&M’s verdi avessero poteri afrodisiaci.

Le due mascotte a forma di M&M’s con gambe e braccia, che non a caso hanno il nome di due colori, Red e Yellow, hanno fatto il loro debutto in televisione nel 1995. Da allora vivono le loro avventure sfuggendo continuamente ai tentativi di addentarli, tanto sono dolci e irresistibili. Negli Stati Uniti hanno preso vita anche Green Blue e Orange.

Carletto, la mascotte dei Sofficini

mascotte dei Sofficini Findus Carletto. Immagine di una pubblicità

La mascotte dei Sofficini è il simpaticissimo camaleonte da spettacolo di nome Carletto. Ha debuttato in televisione la prima volta nel 1998 in uno spot in cui a tavola con i suoi genitori si mimetizzava per non farsi vedere e rispuntava subito quando arrivavano i Sofficini.

È talmente importante per il suo marchio che sul sito di Findus ci sono pagine interamente dedicate a lui. Quella delle sue origini e della storia della sua carriera. E anche quella dove i bambini possono giocare con lui.

Anzi è così famoso che ha un profilo Facebook e un profilo Instagram interamente dedicati a lui. E i suoi followers sono tantissimi!

Un’altra mascotte intramontabile: il coniglio rosa di Duracell

mascotte coniglietto rosa di Duracell

Questa mascotte ha più energia di qualunque altra, perché ha una carica Duracell. Il coniglietto rosa delle famose pile porta continuamente a termine nuove sfide con altri coniglietti per dimostrare che le pile Duracell durano più a lungo.

Questa mascotte esiste dal 1973 e la conoscono tutti.

A proposito di conigli, non dimentichiamo quello di Nesquik

La mascotte del Nesquik, il cacao da sciogliere nel latte, è stato il re dei gadget negli anni 80. I bambini lo adoravano e desideravano qualunque oggetto raffigurasse il simpatico coniglio.

A piacere tanto erano le sue lunghe orecchie che si attorcigliavano continuamente e il suo abbigliamento sportivo. Inoltre si ispirava evidentemente ad un altro coniglio decisamente famoso: Roger Rabbit.

In realtà Quiky Bunny è diventata la mascotte ufficiale del Nesquik solo negli anni ’90. Prima la mascotte cambiava a seconda del paese e in Italia c’era Mr. Nesquik, un piccolo barattolino giallo.

Un gadget per eccellenza: Prezzemolo

Prezzemolo mascotte di Gardaland

Gardaland è stato il primo parco divertimenti in Italia, costruito sul lago di Garda nel 1975. La sua mascotte come la conosciamo tutti oggi è stata disegnata da un fumettista nel 1993. Da allora Prezzemolo accoglie i visitatori del parco e fa con loro le fotografie ricordo. Lui è anche il soggetto di tantissimi gadget che vanno a ruba nei negozietti che attendono i visitatori dopo le attrazioni.

Secondo quanto Gardaland racconta sul suo sito internet il draghetto verde Prezzemolo esisteva da molto molto prima. Esattamente da quando esisteva il parco e lui era il suo guardiano. Nel 1993 avrebbe solo rinnovato il suo look.

Che fine ha fatto Ronald McDonald?

Ronald McDonald clown di McDonald

Il pagliaccio Ronald McDonald è stato la mascotte ufficiale della rete di fast food dal 1963 finché ad un certo punto è sparito. La novità di questa mascotte rispetto alle altre è che non è nata come un pupazzo, ma come un essere umano travestito da clown. Negli anni si sono succeduti alcuni ma non tantissimi attori ufficiali che hanno impersonato Ronald.

Naturalmente la mascotte è poi stata riprodotta in tutti i modi possibili, ma quella originale era viva.

Dopo molti anni di fama la mascotte ha poi iniziato un lento declino fino a convincere l’azienda ad abbandonare l’idea. Il pagliaccio amico dei bambini ambasciatore del cibo fast food non andava molto d’accordo con il concetto di salute, alimentazione attenta, stile di vita sano. E in più i numerosi film usciti di recente con protagonisti cattivissimi clown hanno fatto sì che piacesse sempre meno ai bambini.

Ciò non toglie che Ronald è tuttora riconosciuto in tutto il mondo con il pagliaccio di McDonald.

Chi non conosce l’Omino Michelin?

omino michelin mascotte dell'azienda di pneumatici

Un giorno Edouard Michelin, fondatore della fabbrica omonima, guardando una pila di pneumatici ci vide un omino senza braccia. È così che nacque l’idea dell’Omino Michelin.

La mascotte in origine portava il nome di Bibendum. Da un verso di Orazio, “nunc est bibendum” (ora bisogna bere) l’azienda lo aveva usato come nome per dare l’idea di “bersi” gli ostacoli.

La sua invenzione fu così innovativa in quegli anni da fargli vincere numerosi premi tra cui il titolo di icona del millennio dall’Advertising Week.

Perché le mascotte sono uno strumento di marketing così potente?

mascotte realizzata da Sadesign per hotel Du Lac et Du Parc

Tutte le mascotte che nella storia sono diventate famose non solo hanno contribuito in maniera importante a far conoscere il brand ma si sono anche trasformati in un nuovo prodotto da acquistare. In particolare sono tre i pregi di una mascotte:

  • Fa rimanere impresso il marchio che rappresenta;
  • Contribuisce ad associare dei valori positivi a quel marchio;
  • Diventa essa stessa un oggetto desiderato dagli utenti.

Sicuramente oggi, rispetto agli anni Sessanta – Novanta, l’utilizzo delle mascotte è diminuito. Questo non significa però che non siano più efficaci. Anzi chi decide di creare una mascotte e si impegna a darle vita ottiene sempre buoni risultati. In parte anche perché i consumatori sono meno abituati a vederle.

È il caso di Paolino, la mascotte che abbiamo creato per il Du Lac et Du Parc Hotel, a Riva del Garda. Un personaggio ben pensato che rende speciale la permanenza in quell’ hotel. L’invenzione del personaggio Paolino (un germano reale alto 2 metri) ci ha poi permesso di creare tutta una linea di merchandising personalizzato: tazze, t-shirt, cappellini e pupazzi. Molti visitatori li acquistano per portarsi a casa un ricordo della vacanza. Clicca qui per approfondire la case history.

Qui c’è anche l’articolo sulla mascotte realizzata per i campionati mondiali junior di sci alpino del 2019.

E tu? Hai mai pensato di creare una mascotte per la tua attività?

Il team di Sadesign mette a tua disposizione la sua creatività per costruire insieme il progetto.

Ecco alcune mascotte che abbiamo realizzato ad hoc per aziende o eventi:

Per saperne di più visita il nostro sito: scoprirai chi siamo e cosa possiamo fare per te…

Condividilo sui tuoi social

shares