5 consigli per un Welcome Kit d’effetto

welcome-kit-4
Annalisa Toniatti on 3 ottobre 2017 - 13:20 in Marketing e Advertising
Share
5 consigli per un Welcome Kit d’effetto
5 (100%) 1 vote

Vi ricordate delle vostra prima settimana di lavoro?

Che sia stata fantastica, noiosa o assolutamente catastrofica, sicuramente è un momento della propria vita lavorativa che lascia un ricordo indelebile. Alcune aziende investono molte risorse per fare in modo che i nuovi impiegati si sentano subito a proprio agio, mentre altre non dedicano a questo delicatissimo passaggio nemmeno un minuto del loro tempo.

Il fatto è che anche questo momento rappresenta un’ottima occasione per fare una bella figura sia agli occhi del nuovo assunto, che dei dipendenti che già lavorano lì, sia agli occhi del mercato. Questo perché:

· prima il nuovo assunto si sentirà a proprio agio, prima inizierà a lavorare a pieno ritmo;

· la prima settimana è il momento in cui egli capisce se il lavoro potrebbe piacergli, se lo stimola oppure tendenzialmente lo annoia;

· le persone che si sentono apprezzate sia dal proprio datore di lavoro che dai colleghi, tendono a rimanere in azienda più a lungo;

· aiutare qualcuno ad entrare a far parte di una nuova squadra è fondamentale e sicuramente avrà dei vantaggi futuri.

Sono molte le cose che si possono mettere in pratica per far subito sentire a proprio agio una persona. Alcune aziende ad esempio organizzano un pranzo o un caffè, altre mostrano un video, ma sempre di più sono le aziende che si affidano al Welcome Kit.

Employee welcome kits – di cosa si tratta 

 

Il Welcome Kit è come un piccolo “kit di sopravvivenza” per l’ufficio presentato in modo accattivante e stimolante. Si tratta di un regalo per il nuovo assunto per fornirgli fin da subito tutti gli strumenti per iniziare nel migliore dei modi il suo lavoro.

Non c’è una vera e propria regola nella creazione dei Welcome Kit ma molto dipende da quanto l’azienda vuole investire. Alcuni degli elementi base dei Welcome Kit sono:

  • lettera di benvenuto

  • merchandising personalizzato;

  • mappa dell’azienda;

  • vision e mission dell’azienda.

Regole per creare un Welcome kit apprezzato

 

Prima di iniziare a creare un Welcome Kit, vi sono alcune domande alle quali è bene rispondere:

  • Qual è la prima impressione che volete dare della vostra azienda?

  • Quali sono le informazioni di base che il nostro Nuovo impiegato vorrebbe sapere?

  • Vi sono delle attività che possiamo facilitare con dei semplicissimi accorgimenti?

  • Quali sono i valori del nostro brand e come possiamo comunicarli nel Welcome Kit?

Ad esempio, il nostro ufficio è creato in modo che ogni elemento ed ogni oggetto al suo interno descriva il nostro mondo. Un mondo dove il comune denominatore è la creatività, il colore, un team affiatato, preparato ed attento alle esigenze del cliente.

Alle pareti sono stampate molte frasi ed aforismi che ci descrivono e, tra le altre cose, abbiamo anche 10 regole da rispettare che sono presenti quasi ovunque.

sadesign-interno-2

How to work better – le 10 regole di Sadesign

sadesign-interno-2

Un particolare dell’ufficio di Sadesign

Quando avrai deciso cosa le persone si aspettano di trovare nel Welcome Kit che dedicate loro, sarete già a buon punto. Sono molti che a questo punto si preoccupano. Perché pensano che i loro articoli sembrano troppo poco costosi o perché mancano di personalità. Ma è proprio qui che entriamo in gioco noi. Vi aiuteremo nella scelta e nella personalizzazione più adatta alla vostra realtà.

Esempi di Welcome Kits Originali

Nella creazione di un Welcome Kit è sicuramente fondamentale mostrare l’identità dell’azienda. Questa deve trasparire da ogni articolo promozionale scelto perché fin da subito è fondamentale far comprendere al nuovo assunto la filosofia aziendale che accomuna tutto il gruppo. Di seguito trovate alcuni esempi di Welcome Kit forniti da aziende di tutto il mondo. Noterete che vi sono degli elementi che accomunano ogni kit: la tazza personalizzata per un momento di relax, condivisione e team building, articoli di cancelleria personalizzati che solitamente comprendono penne, matite e notes, alcuni documenti importanti e poi ognuno sarà libero di personalizzare il proprio Welcome Kit in modo unico ed accattivante.

welcome-kit

welcome-kit-1 welcome-kit-2 welcome-kit-5

welcome-kit-9

Ma niente vi vieta di essere più creativi come nei casi seguenti:

E’ ancora solo un concetto, ma secondo noi diventerà presto realtà. Partendo dal concetto “I Welcome Kit devono essere soprattutto focalizzati sul concetto di crescita” personale ed aziendale, PSFK’ e YourStudio’s hanno ideato un packaging personalizzato con all’interno una piantina da far crescere. Un tag RFID sulla confezione contiene un link univoco e personalizzato che collega il nuovo assunto ad un portale dove potrà scaricarsi articoli, corsi e tutto ciò che lo possa aiutare a crescere professionalmente.

Così la crescita della pianta sarà associata alla crescita personale della persona, in un connubio assolutamente positivo.

percolate-welcome-kit

Oppure questo simpatico kit che contiene alcuni articoli promozionali per iniziare al meglio. Presentato in questo modo accattivante renderà fin da subito chiari i valori e gli obiettivi dell’azienda.

welcome-kit-4

Cosa ne pensate? Avete altri Welcome Kit originali da mostrarci? Se avete intenzione invece di crearne uno completamente personalizzato sulle vostre esigenze, non esitate a contattarci. Saremo felici di realizzare per voi dei gadget promozionali completamente basati sulle vostre esigenze.

0 POST COMMENT
Rate this article
5 consigli per un Welcome Kit d’effetto
5 (100%) 1 vote

Rispondi