Hai solo 5 secondi per attirare l’attenzione. Ecco come

attenzione-cliente-fiera
Annalisa Toniatti on 3 febbraio 2015 - 9:00 in Eventi, Marketing e Advertising
Share
Hai solo 5 secondi per attirare l’attenzione. Ecco come
5 (100%) 3 votes

Ebbene sì…solo 5 secondi è il tempo medio che un visitatore dedica ad una vetrina o al vostro stand in fiera. Pochissimi vero? Come è possibile catturare la sua attenzione in così poco tempo?

Sicuramente non è un compito facile..per questo abbiamo raccolto in questo articolo alcune regole d’oro che abbiamo appreso in più di 20 anni di attività e che ritroviamo nelle vetrine o nelle esposizioni di fiere alle quali partecipiamo.

La parte difficile è tenere sempre in mente questo concetto fondamentale: immedesimatevi nei panni dei vostri clienti offrendo il prodotto che stanno cercando proprio in quel momento, nel posto dove si aspettano di trovarlo, disposto in modo da catturare la loro attenzione, al giusto prezzo e con le giuste informazioni.

Sembra complicato vero? Fortunatamente l’esperienza in questo caso torna comoda. Ecco delle semplici regole che vi guideranno nella disposizione del vostro stand o vetrina:

  • Predisponete 3 punti focali a 3 altezze diverse ed utilizzando massimo 3 colori: in questo modo non solo lo stand o la vetrina sembreranno subito più ordinati ma sarete in grado di veicolare l’attenzione dei visitatori su ciò che vi interessa mostrare loro di più, senza di contro riempire la loro memoria di lavoro (in grado di elaborare per prima gli stimoli del mondo esterno).

 

  • Il punto più importante dello stand o del vostro negozio è il primo angolo a destra. Infatti, è la prima cosa che viene vista dal cliente nel momento in cui il suo impulso d’acquisto è massimo. Provate a pensarci: quando entrate n un negozio da che parte andate? Destra o sinistra? Per questo i nuovi articoli e gli acquisti impulsivi vengono solitamente posizionati all’inizio del negozio. Ecco i 3 “punti focali” dove si concentra l’attenzione del consumatore per predisporre i vostri prodotti in modo ottimale: 

punto-focale-della-vetrina

  • Se volete puntare su un prodotto specifico l’altezza ideale è metterlo ad 1,60 m, ossia all’altezza dello sguardo del visitatore.

 

  • Facilitate l’acquisto con un ambiente pulito, non confusionale, ordinato. Ricordate che non serve presentare moltissimi prodotti, ma è meglio puntare su meno prodotti predisposti in modo da attirare l’attenzione.

 

  • Rendete ben evidenti ed espliciti prezzi, sconti ed etichette.

 

  • Sostenete l’impulso dell’acquisto ed abbattete il senso di colpa del consumatore (spesso viene quando si compra qualcosa di particolarmente costoso o ritenuto non strettamente necessario): fate in modo che i prodotti raccontino una storia, rappresentino un ideale, ispirino un sogno. Il cliente deve riconoscersi nel vostro prodotto, sentirlo come qualcosa in grado di rappresentare i suoi ideali. Tenete sempre ben presente che il 50% dei clienti entrano in un negozio per puro piacere, hanno l’impulso di comprare ma non sanno cosa.

 

  • Fate in modo di catturare l’attenzione dei vostri clienti per tutto il tempo della loro visita – tenete presente che quando loro entrano nel tuo negozio il desiderio di comprare è al 100% che decresce fino al 10% durante la loro visita se la predisposizione degli oggetti non cattura la loro attenzione o se non trovano qualcosa di nuovo, particolare, originale.

 

  • La mobilia/scaffali dovrebbero essere invisibili per mantenere il focus solo sui vostri prodotti. Non dovrebbero, inoltre, impedire il libero movimento dei visitatori al vostro stand. Il maggior comfort si ottiene con questa semplice operazione: superficie della mobilia/superficie del negozio (il risultato della proporzione non dovrebbe mai superare il 35%).

 

Cosa ne pensate di questi consigli? Avete provato a metterli in pratica oppure non ci avete mai fatto caso? 

2 POST COMMENT
Rate this article
Hai solo 5 secondi per attirare l’attenzione. Ecco come
5 (100%) 3 votes

Rispondi

2 Comments
  • 8 aprile 2016

    L’articolo mi trova d’accordo praticamente su tutto. Aggiungerei un particolare non da poco: l’illuminazione.
    Mi è capitato spesso di trovarmi in giro per negozi dove l’atmosfera era asfittica a causa di luci troppo basse o malfunzionanti. Stessa cosa per le vetrine

    Bruno Di Meglio
    Rispondi
    • 12 aprile 2016

      Buongiorno, Bruno! Grazie del tuo commento 🙂 Mi trovi e ci trovi d’accordo anche sul tuo suggerimento. Certo, l’illuminazione aiuta moltissimo negli acquisti – insieme a vetrine, profumi e musica. Sono tutti quegli elementi accessori che sembrano ininfluenti al fine dell’acquisto ma invece sono fondamentali perché il cliente si sente subito a proprio agio. E, quando si sente “a casa” è molto più portato ad acquistare. Buona giornata, Bruno! 🙂

      Rispondi