Chiquitica: la chitarra del sorriso

Chitarra-chiquitica
Annalisa Toniatti on 11 febbraio 2015 - 9:34 in Design
Share
Chiquitica: la chitarra del sorriso
4.5 (90%) 6 votes

Oggi vi portiamo in Burundi, un posto dove manca tutto, dal cibo, ad una casa e dove l’aspettativa di vita è di 48 anni. Un posto dimenticato, ma dove Lorenzo Frizzera ha deciso di iniziare uno dei suoi progetti di vita. Musicista e chitarrista trentino, inseparabile dalla sua chitarra, con la collaborazione di Claire Olivier Gatabazi ha fondato una scuola di musica dove insegna a suonare la chitarra a circa un centinaio di bambini. 

Vi chiederete…perchè? Che senso ha tutto questo? In questi posti serve aiutare con cibo e beni di prima necessità…a cosa serve una scuola di musica?

L’idea di Lorenzo è molto semplice: “La musica, da sempre è uno strumento di connessione tra le persone, le avvicina e aiuta a comprendere meglio il proprio mondo e quello degli altri. Un luogo dove condividere i propri bisogni. E’ così che aiutiamo questi ragazzi e perché no? Adulti! La musica fa bene a tutti.”

chiquitica-lorenzo

Lorenzo in Burundi

Queste le parole di Lorenzo, la musica per lui è un motivo in più per sorridere e per sognare un futuro migliore per tutti questi ragazzi.

Dovete sapere che in questo posto poverissimo il prezzo di un vera chitarra è molto alto e questo fa sì che questa venga rubata, venduta o scambiata con altri beni senza essere utilizzata.

Al mondo non esisteva una chitarra adatta all’apprendimento della tecnica e dal costo così basso da rendere non conveniente il suo furto o il suo scambio. Ed così nel Febbraio 2013 insieme al liutaio Stefano Robol inizia a lavorare alla Chiquitica: la prima chitarra low-cost e, dopo mesi di tentativi, riesce a produrre uno strumento perfettamente funzionante, robusto ed adatto all’apprendimento della musica.

ciquitica2

Fasi di lavorazione della Chiquitica

 

Nel frattempo, si uniscono al team due ragazzi che credono nella proposta di Lorenzo. Chiara, che si occupa dell’amministrazione, della logistica, della gestione dei contatti tra i vari referenti e della cura dei contatti con la scuola in Burundi, e Sascha, che gestisce la parte dei progetti legata ai siti internet e alla strumentazione musicale.

Un progetto originale ed unico, dove anche il packaging non è casuale. La scatola che la contiene infatti, si può ripiegare trasformandola in una cassa armonica, attraverso il sistema di fissaggio apposito.

La Chiquitica è venduta online sia in Italia che all’estero al prezzo di 19.50 €: un terzo per coprire i costi di produzione di due chitarre (una per sé ed una da inviare in un Paese svantaggiato), un terzo per l’acquisto del macchinario con cui vengono prodotto e un terzo per le tasse.

Vi piace questo progetto? A noi sì! Per sostenere questa iniziativa, questo è il sito web: http://www.updoo.it/world/it/partecipa/chitarra-low-cost

Ecco alcune delle chitarre “Chiquitica” che sono state già realizzate: 

chiquitica-4 chiquitica chiquitica-2 chiquitica-3

 

Un saluto da Lorenzo ed i suoi ragazzi!

lorenzo-frizzera-chiquitica chiquitica

0 POST COMMENT
Rate this article
Chiquitica: la chitarra del sorriso
4.5 (90%) 6 votes

Rispondi