A lezione di: Psicologia del Consumatore

Understanding-CUSTOMERS-PSYCHOLOGY
Annalisa Toniatti on 5 giugno 2015 - 14:32 in Marketing e Advertising
Share
A lezione di: Psicologia del Consumatore
5 (100%) 3 votes

Cosa spinge un consumatore a comprare nel tuo negozio? Cosa cercano e quali sono le cose che fanno veramente la differenza?

E’ una risposta difficile, sicuramente non immediata. Se lo chiedessi a 10 persone, ognuna mi darebbe una risposta diversa perché le motivazioni che spingono a scegliere un brand invece di un altro sono dettate a livello dell’inconscio.

Ma sicuramente ci sono dei punti da tenere in mente per guadagnare il rispetto e la fiducia dei clienti. Uno dei primi punti è l’importanza che sta esponenzialmente prendendo la rete, internet, i contatti digitali e la reputazione online. Molti ormai sono gli studi che mostrano come e in che misura il consumatore cerchi informazioni in internet sull’azienda prima di iniziare una collaborazione o prima di acquistare un prodotto. E questo punta il dito su brand awareness, SEO, recensioni dei clienti, testimonial, i post del blog, social media e la piacevolezza e facilità d’uso del sito.

Quando è accattivante il tuo sito?

Spesso, quando i clienti arrivano da te, sanno già tutto o quasi tutto di te. Perciò fai molta attenzione a ciò che metti in rete.

Come curare la propria reputazione online?

online-reputation

Dai valore: i clienti non cercano più solo un prodotto ma cercano qualcosa in grado di dare valore. Vogliono che i prodotti che acquistano arricchiscano le loro vite in qualche modo, aiutandoli a raggiungere un obiettivo prefissato.

Comunicazione: non limitarti a vendere una penna. Vendi una soluzione ad un problema, qualcosa in grado di aiutare le aziende ad aumentare le vendite e a fidelizzare i propri clienti. Potrebbe sembrare la stessa cosa, ma l’approccio ed il taglio che si decide di dare alla comunicazione è tutto.

Studia bene la posizione del tuo prodotto: Io non so niente di te, ma so che anche tu sicuramente avrai comprato qualcosa dagli scaffali alle casse del Supermercato mentre eri in fila..mi sbaglio? Non è un caso che questi prodotti siano messi proprio in questo punto del Supermercato.

Take-away: mostra i prodotti più popolari già nella Homepage del tuo sito web con già una Call to Action molto evidente come ad esempio un pulsante “Metti nel carrello” oppure “Acquista ora”. Un altro consiglio interessante è ancora quello di inserire una chat per aiutare gli utenti mentre navigano nel tuo sito. Inizia a pensare ad una sezione del sito privata dove le persone possono gestire tutti i loro ordini in modo molto più semplice.

Social influence: cura la comunicazione sui canali social. Questi fanno sentire la tua azienda molto più vicina ai consumatori, la rendono più trasparente. I clienti amano le recensioni e le cercano sempre in rete prima di fare qualsiasi acquisto.

Recensioni: aggiungi le recensioni sul tuo sito web, alcune testimonianze dei clienti ed il tuo portfolio. Così tutto sarà sotto gli occhi dei tuoi clienti, trasparente.

 

Lo scopo principale: aumentare le vendite

Ricorda: è molto più semplice e meno costoso mantenere un cliente che acquisirne uno nuovo. Spendi i soldi cercando di soddisfare i clienti che hai. Se loro sono contenti, saranno la tua più grande pubblicità.

Getting-new-customers

Quello che chiedono i consumatori è di essere informati, di prendere la decisione giusta. Per questo, cerca di guadagnarti la loro fiducia fornendoli dei prodotti adatti a loro. Sii chiaro e trasparente sulle caratteristiche del prodotto, dai delle alternative, ad esempio, un prodotto meno caro, un po’ diverso. Falli sentire importanti. Fornisci un supporto post-vendita adeguato, rispondi alle domande che loro ti fanno.

Se un consumatore arriva da te per un problema che ha avuto con un’azienda precedente, il primo passo da fare sarà capire cosa li ha fatti scappare e non li è piaciuto della collaborazione precedente. Anche se non hai una soluzione immediata, il primo passo sarà riconoscere il problema e stabilire una connessione. Se tu hai già la soluzione, bene, la vendita è quasi conclusa. Ma se non la hai potrebbe essere un modo per discutere insieme degli aggiornamenti futuri.

Capire la psicologia del cliente e cosa li porti a comprare non è mai una perdita di tempo, ma un beneficio, qualcosa che ti rende migliore agli occhi del mercato e del consumatore. Fornisci le giuste informazioni e le giusta risorse per guadagnare nuovi clienti.

Sharing is caring!

0 POST COMMENT
Rate this article
A lezione di: Psicologia del Consumatore
5 (100%) 3 votes

Rispondi